Dal punto di vista chimico l'acido ialuronico viene classificato come un glicosaminoglicano.
La molecola è infatti formata dal ripetersi di lunghe sequenze di due zuccheri semplici, l'acido glicuronico
e la N-acetilglucosamina.
Queste sostanze sono entrambe cariche negativamente e quando si uniscono tra loro la forte repulsione dà origine ad una molecola lineare, flessibile ed estremamente polare. La grande solubilità in ambiente acquoso è importante per garantire l'idratazione dei tessuti proteggendoli al tempo stesso da tensioni e sollecitazioni eccessive.
Allo stesso tempo l'elevata affinità con altre molecole di acido ialuronico e con gli altri componenti della matrice extracellulare consente la formazione di una fitta ed intricata rete ad elevato peso molecolare. La sua capacità di legare acqua ed altre sostanze da infatti origine a gel protettivi, particolarmente utili per la cute.
Stimolando la formazione di collagene e tessuto connettivo l'acido ialuronico protegge l'organismo da virus e batteri, aumenta la plasticità dei tessuti e garantisce l'ottimale idratazione cutanea.
L'acido ialuronico è un componente fondamentale del derma.
Grazie alle sue proprietà conferisce alla pelle le classiche caratteristiche di elasticità e morbidezza.
La sua concentrazione all'interno del tessuto connettivo cutaneo tende tuttavia a diminuire con l'avanzare dell'età.
Se da un lato questo costante e considerevole decremento è tra i principali responsabili dell'invecchiamento cutaneo dall'altro l’utilizzo di acido ialuronico presente consente di riattivare le pelli mature stimolando la funzionalità cellulare e donando alla pelle la compattezza e la lucidità perduta.
L’acido ialuronico ad alto peso molecolare agisce in superficie garantendo una efficace idratazione e ha un’azione filmogena legandosi allo strato corneo con effetto tensore e protettivo.

L’acido ialuronico a basso peso molecolare agisce invece in profondità penetrando fino agli strati profondi, stimolando la produzione fisiologica di proteine preposte alla compattezza e all’elasticità cutanea portando inoltre ad una diminuzione della profondità delle rughe. Studi effettuati con acido ialuronico a basso peso molecolare dopo 8 settimane di trattamento rivelano aumento dell’elasticità cutanea, aumento dell’idratazione della pelle, riduzione in profondità delle rughe.