Il burro di karitè - nutriente ed antiossidante - spicca per l’elevato contenuto di frazione insaponificabile. Ricco di alcoli terpenici, fitosteroli e karitene.
E’ molto indicato per le pelli disidratate e prive di elasticità.
L'impiego del burro di karité nella moderna dermatologia e in cosmetologia è dovuto alle sue proprietà cicatrizzanti, emollienti, antismagliature, antirughe, elasticizzanti, idratanti, antiossidanti, lenitive e riepitelizzanti, filmanti e protettive; ma la sua caratteristica esclusiva, il segreto che lo rende davvero unico, è l'altissimo contenuto di insaponificabili, sostanze indispensabili e fondamentali per il miglioramento della tonicità della pelle ed in particolare per il mantenimento della sua naturale elasticità.
Da studi recenti si è rilevato che tali sostanze insaponificabili intervengono nel processo fisiologico di produzione dei fibroblasti, cellule deputate alla formazione delle fibre di collagene e dell'elastina, che sono molto importanti per mantenere la pelle elastica e giovane.
Altro merito del burro di karité è quello di possedere una buona capacità filtrante nei confronti dei raggi solari, quindi
diventa un ottimo protettivo e preventivo dei danni cutanei provocati dall'esposizione alla luce, quali formazione di
radicali liberi e comparsa precoce di rughe.